Privacy Policy Cookie Policy

Come usare Solidworks - guida e tutorial solidworks

Come Usare Solidworks: mini guida solidworks per padroneggiare il software più diffuso nel disegno meccanico

Come usare Solidworks? Padroneggiare uno di più diffusi software nel campo della progettazione meccanica tridimensionale è senza dubbio importante per entrare nel mondo del lavoro. In questo articolo cercheremo di entrare nel merito di quelli che sono le specifiche e le potenzialità di Solidworks rapportate alle richieste del mercato e ai trend stilistici di questi anni. Se sei uno studente, inoltre, direttamente dal sito ufficiale del software, è possibile trovare una guida su come scaricare solidworks gratis italiano e utilizzarlo senza limitazione per tutta la fase di apprendimento dei rudimenti. 

E’ indubbio, infatti, che sapere utilizzare bene Solidworks apra le porte di molte aziende che lavorano nel campo della meccanica e sfoggiare una competenza di questo tipo a livello curriculare è senz’altro un eccellente bigliettino da visita in un eventuali colloquio tecnico d’assunzione. In rete è possibile, a tal proposito, trovare una lunga serie di esercizi solidworks che possono aiutare l’utente a prendere sempre più dimestichezza con il software e diventarne padroni. 

Prima di partire con la storia del software, delle sue applicazioni e cercare di capire come usare solidworks al meglio, ci preme sottolineare che Solidworks lavora essenzialmente su sistema operativo windows. Mentre un solidworks per mac non è stato ancora sviluppato, sono comunque alcune soluzioni che permettono di lavorare con il software anche in ambiente iOS. Si tratta dei programmi Parallels e Boot Camp che, creano macchine virtuali windows in ambiente Apple. Certo, la loro applicazione limita le funzionalità di Solidworks, soprattutto per quanto riguarda il comporto grafico e la resa a video dei progetti realizzati ma sono due ottime soluzioni per chi è troppo affezionato agli ambienti Apple e non vuole privarsene pur dovendo lavorare con Solidworks.  

Per approfondire i temi legato all’utilizzo di Solidworks e scoprire come muoverti da professionista, scegli di partecipare ad uno dei corsi Solidworks

Nascita di Solidworks

La Solidworks Corporation nacque nel 1993 dal genio dello sviluppatore di software Jon Hirschtick il quale aveva come obiettivo quello di immettere sul mercato un software CAD tridimensionale che fosse più semplice da utilizzare di altri programmi già operativi, che fosse più economico che avesse la caratteristica di poter essere istallato su sistemi operativi Windows. Dopo due anni di intenso lavoro, nel 1995, Solidworks fu rilasciato sul mercato avendo un immediato successo commerciale.

Solidworks apre le porte al rendering

Incominciamo col chiarire un punto fondamentale: rendering e non reandering o rendring o reendering. Precisazione doverosa vista la mole enorme di ricerche fatte sui browser con queste diciture errate. In un’era in cui il fotorealismo è pienamente presente in ogni ambito della programmazione e della progettazione, anche Solidworks si è impegnato per permettere ai propri utenti di realizzare immagini quanto più vicine alla resa reale dei progetti. Si è, dunque, risposto alla domanda: come fare rendering con Solidworks? La risposta è presto data: attraverso il plug-in Photo view 360. Con questo programma è possibile, infatti, realizzare rendering in Solidworks dei progetti meccanici. Un potente plug-in che permette di realizzare rendering realistici nonché di lavorare sulla prospettiva dell’immagine e sulla sua illuminazione. Come fare rendering non sarà più qualcosa di oscuro e complesso. Ogni utente avrà la possibilità di esprimere pienamente le sue qualità. Attraverso continue esercitazioni Solidworks, dunque, porterà i suoi utenti a realizzare progetti con una resa fotorealistica assolutamente soddisfacente. 

Le librerie toolbox 

Per creare ingranaggi solidworks utilizza le librerie toolbox; per creare filettatura solidworks utilizza nuovamente le librerie toolbox. Va da sé, dunque, che saper raccapezzarsi all’interno di questa marea di informazioni è assolutamente fondamentale. Come usare toolbox solidworks, non a caso, risulta essere una delle ricerche più gettonate secondo google tra gli utenti che utilizzano questo software anche se una guida solidworks a riguardo non è stata ancora ben realizzata. Sono molti i forum di discussione in cui si affronta tale questione e tutti sono concordi col dire che l’unico modo per non trovare difficoltà poi è quello di rivolgere tutto il sistema del software alle librerie toolbox, ossia importare immediatamente la cartella toolbox in locale o in rete, in modo tale da permettere all’utente, nel momento in cui dovrà realizzare un ingranaggio, una filettatura o, ancora, realizzare una creazione guidata fori solidworks, potrà fare affidamento subito sulle enormi librerie che saranno installate.    

Il problema delle zigrinature in Solidworks

Spesso i progetti e i disegni realizzati dagli utenti richiedono delle zigrinature. La velocità di calcolo di un PC, però, spesso, non è abbastanza elevata per evitare che l’intero sistema si rallenti considerevolmente. Pertanto, consci di questo possibile inconveniente, gli sviluppatori Solidworks hanno realizzato un sistema per cui “come fare zigrinatura solidworks” non sarà un’altra delle domande maggiormente ricercate: due texture con zigrinature dritte applicabili attraverso il menu “edit” scorrendo fino a “Aspetto-Texture”. Una volta cliccato sulla parte del modello a cui si vuole applicare la zigrinatura, si aprirà la “texture property manager” attraverso cui potrà essere inserita la zigrinatura e, eventualmente, ruotarla a piacimento.

Installare Solidworks: requisiti di sistema

Come per qualunque software, è importate, prima di un eventuale acquisto, sapere se la propria macchina può supportare un programma del genere. I requisiti solidworks per poter sfruttare al massimo le sue potenzialità sono le seguenti: 

Windows® 7 o versione successiva (a 64 bit)
CPU Dual Core; Quad Core consigliata
8 GB di RAM; 16 GB consigliati
2 GB di spazio libero su disco; 5 GB consigliati
2 GB o più di RAM GPU; 4GB consigliati
Scheda grafica NVIDIA®: NVIDIA Quadro®/NVIDIA GeForce®/Tesla™ con chip almeno NVIDIA Kepler™;    configurazione a doppia GPU con schede almeno NVIDIA Maxwell™ per una migliore esperienza
Versione 385.41 (o superiore) del driver NVIDIA consigliata
Supporto del driver NVIDIA per CUDA® 9.0 o versioni successive richiesto
Connessione HDR Light Studio: HDR Light Studio v5.3.3 o versioni successive, ad eccezione di v5.4
4 GB di memoria video o più indispensabili per la funzione Denoiser

Le potenzialità di Solidworks

Una delle caratteristiche che rivoluzionarono il mercato alla sua uscita è che Solidworks riesce a trasformare, in pochi passaggi, un progetto dal 2D al 3D. Completamente compatibile con AutoCAD, il software permette di realizzare progetti sia in 2D che in 3D, riuscendo a districarsi facilmente nella resa di solidi o superfici solidworks o, in come creare un piano su solidworks, poiché adopera un calcolo di tipo parametrico che può essere ulteriormente personalizzato in ogni aspetto. Sicuramente più intuitivo di altri software della famiglia CAD, Solidworks permette di realizzare progetti avanzati senza grandissimi sforzi.

Solidworks consente di portare con poche e semplici operazioni progetti dal 2D al 3D e di importare ed esportare liberamente file Auto CAD, nonché di importare ed esportare geometrie in una grande varietà di formati tridimensionali, in particolare è in grado di importare (anche solo se come corpo grafico) file creati con altri programmi di progettazione meccanica. I disegni solidworks avranno una eccellente anche cambiando estensione del file. Attraverso dei tutorial Solidworks è possibile entrare subito nel vivo di quella che è la progettazione sia in seconda che in terza dimensione. 

Nell’ultima release, inoltre, l’implementazione del visualizzatore solidworks professionale SolidWorks viewer permette l’importazione e la lettura del formato di file SLDPRT. Il software consente di misurare file 3D e creare viste in sezione di modelli 3D. Solidworks Viewer consente anche di convertire i formati SLDPRT in DWG, DXF, STEP, IGES, OBJ, STL e altre estensioni di file. 

Puoi approfondire le tue conoscenze su Solidworks attraverso specifici programma didattici come quello previsto dal nostro corso solidworks

Progettazione CAM in Solidworks

Al giorno d’oggi, la precisione con cui viene realizzato un progetto non si riferisce soltanto alle planimetrie e ai calcoli che devono essere corretti e perfetti ma anche alla messa in moto di tutto il processo di produzione di un progetto. In sostanza, i costi e i tempi di realizzazione di un progetto devono essere precisi e stabiliti a priori. Attraverso Solidworks CAM è possibile realizzare un progetto che risponda a queste specifiche richieste di mercato. La progettazione CAM in Solidworks può essere implementata con un componente aggiuntivo che è compatibile con qualunque versione desktop del programma originale. Anche in questo caso sono messi a disposizione da Solidworks tutorial utili ad entrare nel mondo della progettazione CAM.

La saldatura in Solidworks

Fondamentale è anche riuscire a inserire con dovizia, nei propri progetti, i cordoni di saldatura dei vari pezzi così da facilitare l’assemblaggio delle varie parti meccaniche in gioco. La saldatura solidworks è uno strumento molto intuitivo che ci permette, selezionando dalla barra degli strumenti saldatura il cordone di saldatura da realizzare. Una volta inserito dove desideriamo, la saldatura solidworks richiesta verrà evidenziata in rosa per permettere all’utente di visionarla in tre dimensioni ed, eventualmente, modificarla a piacimento. Se il cordone risulta di colore giallo, invece, significa che il percorso non è corretto e deve essere modificato. Nelle ultime versioni, comunque, il software ha implementato lo strumento di saldatura solidworks intelligente che guida l’utente alla soluzione migliore. 

Il formato foglio e i cartigli

Per realizzare fogli e creare cartiglio solidworks va innanzitutto posto un assieme che abbia contenute in sé tutte le variabili possibili e che abbia una congruenza interna. Una volta realizzato, si passa alla messa in tavola e poi ai cartigli veri e propri.

Come modificare formato foglio solidworks, qualora ce ne fosse bisogno è molto semplice: si sceglie un formato preesistente, si clicca con il tasto destro del mouse e poi su modifica formato foglio.

A questo punto vanno inserite tutte le specifiche del pezzo che deve essere realizzato, delle note alle quali collegare le variabili create in precedenza. Riferite queste al foglio o al modello 3d che viene messo in tavola, il tutto con una logica chiara, si procede alla compilazione del cartiglio che accompagna il pezzo da realizzare.

Quotare un disegno in Solidworks

Per realizzare un progetto in 3 dimensioni e necessario comunque realizzare un disegno del pezzo che si andrà a creare. Tale disegno, posto in scasa e gestito da solidworks nelle varie prospettive. Come quotare in solidworks un’altra delle domande maggiormente fatto sui motori di ricerca anche se la quotatura è piuttosto semplice. Una volta inserito il disegno in un foglio delle dimensioni corrette (o, in alternativa è possibile scelgiere la scala di riferimento del disegno stesso) attraverso la funzione “quota” è possibile indicare le misure da un punto ad un altro del disegno inserendole anche nel cartiglio. A sinistra si troveranno un a serie di funzioni aggiuntive attraverso cui si potrà decidere di far entrare o meno in gioco le funzioni di default di solidworks che, ad esempio, in un cerchio parte sempre dal centro. 

Spostare l’origine di un disegno

Quando si realizza un disegno, capita che ci si possa imbattere in difficoltà come spostare l’origine solidworks. Il software ci viene in aiuto utilizzando il tool FeatureManager. Facendo clic con il pulsante destro del mouse sul blocco di cui si vuol cambiare l’origine, si può agire con “modifica blocco”. Appariranno gli assi X e Y e una quadrettatura sullo sfondo. Cliccando sui punti dell’asse cartesiano si può mutare l’origine di un determinato punto di un disegno. 

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *