Adobe Premiere

Adobe Premiere: programma per il montaggio video professionale

Adobe Premiere: la soluzione ideale per il montaggio video

Adobe Premiere Pro è il software di casa Adobe principe del montaggio video professionale. Attraverso questo programma, infatti, è possibile entrare nel mondo della produzione e post produzione di audiovisivi fino a realizzare prodotti di altissimo livello qualitativo. Nel mondo del professionismo, infatti, non c’è altro software che possa raggiungere una qualità di resa paragonabile a Premiere né applicativi che, al proprio interno, abbiano un così vasto numero di opzioni e funzioni utilizzabili per migliorare, modificare, stravolgere un girato. Premiere Adobe, quindi, è soltanto un programma di montaggio video professionale? La risposta è che sarebbe davvero riduttivo, soprattutto per lo sforzo profuso negli ultimi anni dalla software house che lo sviluppa. Vediamo perché.

A cosa serve Adobe Premiere?

Negli anni, il programma Premiere ha subìto una fortissima evoluzione, imponendosi come uno dei software più completi dell’universo Adobe. Imparare ad utilizzare Adobe premiere professional, infatti, significa essere esperti di montaggio, di post produzione video ma anche di ritocco fotografico. 

Già, perché oltre a poter montare il girato (sia con cellulari che con videocamere digitali), il software adobe premiere permette di lavorare in post-produzione, inserendo testi, cancellando dettagli, inserendone altri e di intervenire anche sulla saturazione dell’immagine, sul colori e sulla struttura di un singolo fotogramma. È possibile, infatti, inserire effetti di sfumatura, entrata, uscita ecc rendendo il girato molto più dinamico ed emozionante. È, inoltre possibile lavorare sulla traccia audio, modificandola, distorcendola e inserendo anche sottofondi musicali esterni. 

Proprio tutta questa serie di funzioni che si sono aggiunte nel tempo, il software Premiere può essere considerato come un condensato professionale tra un programma di montaggio video, di ritocco grafico e di produzione grafica. In pratica, adobe video premiere pro racchiude le funzioni del primo Premiere più quelle di Photoshop e di Illustrator. 

Da non dimenticare, inoltre, che Premiere può essere facilmente utilizzato da content creator che caricano i propri video in rete, su piattaforme come TikTok, Instagram, Facebook e YouTube. E’ disponibile, infatti, anche una versione scaricabile su dispositivi mobili, chiamata Adobe Premiere Rush, che presenta una interfaccia semplificata rispetto alla versione desktop, attraverso cui poter lavorare i video girati col cellulare direttamente dal supporto e senza trasferimento. 

Qual è la differenza tra Premiere e After Effects?

Parlando del mondo del montaggio e, soprattutto, del lavoro di post produzione video, la difficoltà che può nascere è sicuramente quella di capire bene la differenza tra adobe Premiere software pro e After Effects

Premiere vs After Efects: ecco le differenze

Trattandosi di due programmi di casa Adobe, in effetti, non è immediato capire qual è la vera differenza tra i due. Soprattutto perché hanno molti punti in comune e perché permettono, spesso di raggiungere lo stesso risultato. 

Per fare un esempio pratico, sia Premiere programma pro che After Effects programma base possono essere utilizzati su un girato per inserire immagini tra un fotogramma e l’altro, per lavorare un singolo frame, per cambiare i colori e per creare effetti quali dissolvenza, entrata, scomparsa ecc ecc. 

Sono la stessa cosa, dunque? No. Premiere è stato concepito quale software specifico per la post produzione audio e video, After Effects, invece, è il software più utilizzato per creare immagini in movimento (motion graphics). 

After Effects, infatti, viene utilizzato moltissimo da artisti grafici che vogliano animare un proprio personaggio disegnato al computer, realizzare spezzoni animati e inserire effetti grafici in bidimensione e tridimensionali. 

Quanto è difficile imparare ad usare Pro Adobe Premiere a livello professionale?

Prima di rispondere alla domanda posta dal paragrafo è bene fare una doverosa premessa: qualunque programma di alto livello, per essere padroneggiato, ha bisogno di essere utilizzato con continuità. Esercitarsi, essere appassionati e puntare sempre ad un risultato migliore, più bello e più appagante fa la differenza tra un utente medio ed uno che può ambire a lavorare a livello professionale. 

Non fa eccezione Premier programma pro (capita di trovarlo scritto anche senza la e finale) le cui funzioni, per esserne padroni, devono essere approfondite, testate, provate. Sbagliare e riprovare fin quando non si è soddisfatti è il vero segreto. 

C’è da dire, comunque, rispondendo così alla domanda, che negli anni, Premiere è stato modificato molto, diventando più intuitivo rispetto alle versioni più arcaiche. Per quanto sia comunque necessario intraprendere un percorso formativo per diventare un esperto, e per questo ti consigliamo di visionare la nostra pagina del corso Premiere e prenotare una consulenza gratuita con uno dei nostri esperti, oggi possiamo dire che la curva di apprendimento sia leggermente meno ripida. 

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.