Pubblicità su Google

Pubblicità su Google

PUBBLICITÀ SU GOOGLE: ACQUISISCI PIÙ CLIENTI PER IL TUO BUSINESS GRAZIE ALLE CAMPAGNE PUBBLICITARIE GOOGLE O MEDIANTE IL POSIZIONAMENTO ORGANICO

Non esiste attività commerciale se non c’è cliente.

Chiunque stia pensando di lanciare un nuovo business o far rendere al meglio quello di cui è già in possesso, sia esso un business online o offline, deve assolutamente focalizzare le proprie energie nell’acquisizione di nuovi clienti e fare pubblicità su google.

Alcune statistiche affermano che Google detiene attualmente il 92,72% della quota totale del mercato e che l’80% degli acquisti importanti inizia con la ricerca online, anche se l’acquisto stesso si materializza in un negozio fisico.

A tal proposito puntare alla SEO o ala realizzazione di una campagna pubblicitaria su Google, (pubblicità google adwords) rappresenta la migliore soluzione e strada percorribile che qualsiasi imprenditore debba prendere in considerazione.

Prima di entrare nel merito dell’articolo, che se leggerai fino in fondo ti fornirà una chiara panoramica su come fare pubblicità su google, ci teniamo a chiarire la differenza tra marketing tradizionale e marketing digitale.

Ancor prima, però, chiariamo il concetto di Marketing.

Per molti fare marketing equivale fare pubblicità mentre quest’ultima è solo una minima parte del marketing.

Stando alla definizione di Kotler, guru del marketing americano, infatti, “il marketing è quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare bisogni ed esigenze attraverso processi di creazione e scambio di prodotti e valori“. Una conclusione, quella di Kotler, frutto di anni di studio e di analisi, elementi a cui, nel marketing, nessuno può rinunciare.

Insomma il marketing non è vendere, non è l’ultima spiaggia, non è un costo accessorio e nemmeno i volantini, brochure e depliant.

Chiarito, anche seppur in modo molto rapido il concento di marketing, immergiamoci a capofitto nel mondo della pubblicità in google.

Che cosa significa fare pubblicità su Google

Se non sei sul web sei morto!

Considerato che Google detiene quasi la totalità delle quote del mercato online e che l’80% degli utenti da inizio al proprio processo di acquisto partendo proprio dal web, per un’azienda la visibilità online è indispensabile. 

Ecco che fare pubblicità su Google significa rispondere presente agli utenti che effettuano specifiche ricerche sul motore di ricerca. Ad esempio: sono titolare di una società di formazione che propone corsi di comunicazione e voglio far si che ogni qual volta l’utente faccia una ricerca su google circa i corsi di comunicazione, il mio sito sia visibile nelle posizioni che contano nel web.

Per ottenere questo risultato posso avvalermi sia della SEO (posizionamento nei motori di ricerca) che di campagne pubblicitarie PPC come, ad esempio, pubblicità google ads.

Ma quando si parla di google pubblicità, si parla quindi solo di pubblicità a pagamento?

La risposta è no! Si parla di pubblicità a pagamento o tecnicamente pubblicità Pay Per Click quando si punta alla prime posizioni del MDR attraverso piattaforme come GOOGLE ADS.

Come fare pubblicità gratis su Google?

Questa sì che è una bella domanda :). Fare pubblicità su Google in modo gratuito, così come sulle altre piattaforme, è assolutamente impossibile, anzi no!

Un modo c’è: puntare sull’organico. Cosa significa? La pubblicità organica è quella che si ottiene attraverso la divulgazione di contenuti senza avvalersi di strumenti pubblicitari a pagamento. Nel caso di Facebook, ad esempio, la condivisione, i commenti o i like che si ricevono ad un post fanno sì che lo stesso venga visualizzato da più persone e in modo completamente gratuito.

Facciamo un esempio: poniamo il caso di un’azienda di dolciumi. Questa, sulla propria pagina posta un video molto accattivante in cui presenta i propri prodotti. Colori, movimento, audio e testi creano engagement e di conseguenza rendono il video virale. Questa diffusione, pur non essendo un prodotto per il quale l’azienda ha pagato, rappresenta un enorme riscontro da un punto di vista di immagine e quindi di pubblicità.

Anche su Google è possibile, per certi versi, farsi pubblicità in modo organico. 

Prendiamo nuovamente il caso dell’azienda di dolciumi che questa volta sul proprio sito ufficiale condivide un articolo, molto ben curato da un punto di vista di contenuti, stilistico e seo oriented. Google premierà attraverso i propri algoritmi questo articolo posizionandolo, in risposta a ricerche correlate (come fare la caramelle in casa), ai primi posti dell’indice proposto all’utente.

Anche in questo caso il ritorno di immagine dell’azienda sarà molto elevato pur non avendo speso nulla in pubblicità a pagamento.

Come fare pubblicità su Google Adwords

Creare una campagna pubblicitaria su Google è semplice ed è accessibile a tutti grazie ad un’interfaccia molto intuitiva e ad un percorso guidato. L’accesso è totalmente gratuito, ciò che si paga è la pubblicità. Si parla, infatti, di budget pubblicitario.

Per semplificare l’approccio, abbiamo deciso di condividere le prime linee guida così da supportare chi volesse iniziare a muovere i primi passi e fare pubblicità su Google.

Ecco gli step da seguire per lanciare la tua prima campagna pubblicitaria ma, prima di ogni cosa, devi crearti un account google.

  1. Definisci il tuo obiettivo
  2. Scegli il tipo di campagna
  3. Definisci un budget
  4. Aggiungi estensioni agli annunci
  5. Crea un gruppo di annunci
  6. Definisci il target
  7. Analizza i dati

Ricorda che, al fine di ottenere il massimo profitto da un annuncio pubblicitario, il copy ricopre un ruolo determinante. Migliore è la qualità del testo maggiore sarà l’engagement che puoi ottenere.

Che tipo di annunci si possono pubblicare su Google?

Chi opera con le pubblicità google ads può contare su 5 diversi formati di campagna:

  1. Campagne sulla Rete di Ricerca
    Google ti permette di raggiungere il tuo cliente tipo, ovvero quello interessato ad acquistare i tuoi prodotti o servizi, attraverso degli annunci testuali che si posizionano accanto ai risultati organici. Tali annunci verranno visualizzati quando la parola chiave ricercata dall’utente rientra tra quelle sulle quali l’azienda che ha attivato la propria campagna pubblicitaria ha deciso di puntare. 
  2. Campagna Rete ricerca Google Adwords

  3. Campagne sulla Rete Display
    In questo caso parliamo di una tipologia di annuncio differente da quello indirizzato alla rete di ricerca. A differenza del precedente, infatti, l’annuncio della campagna sulla rete display contiene anche immagini. Inoltre, con questa tipologia, gli annunci vengono abbinati a siti o app che presentano contenuti correlati alla tua attività o agli interessi dei tuoi clienti.
  4. Campagna Rete Display Google Adwords

  5. Campagne Video
    Hai presente quando sei su YouTube e prima del contenuto al quale sei interessato la piattaforma di presenta una pubblicità? Bene, quella rappresenta il formato video. L’azienda interessata, infatti, può decidere di promuoversi attraverso la realizzazione di un video che verrà, successivamente, mostrato agli utenti “divoratori” di contenuti multimediali.
  6. Campagne Shopping
    La campagna ideale per chi vuole mettere online il proprio inventario. A dispetto dell’annuncio solo testuale, infatti, per le campagne shopping è possibile non solo inserire la foto dell’articolo, così da far risultare l’annuncio ancora più accattivante, ma anche il titolo del prodotto, il prezzo ed il nome del negozio, ad esempio.
  7. Campagna Rete Shopping Google Adwords

  8. Campagne App universale
    Se l’obiettivo è promuovere un APP sia per IOS che per Android, ecco ciò che serve. La campagna App universale, infatti, sfrutta le potenzialità della visibilità delle prime 4 campagne per divulgare i contenuti. Google produrrà i testi degli annunci utilizzando la scheda della tua app nello store.

Quanto costa fare pubblicità su Google?

La domanda più comune che si pone chiunque decida di investire nelle potenzialità della pubblicità di Google è: “Quanto costa fare una campagna pubblicitaria su Google?”. Rispondere a questa domanda, fornendo delle informazioni precise, è tutt’altro che semplice, anzi, impossibile. Sono diversi i fattori che condizionano il costo di un advertising: il settore in cui si concorre, la qualità dell’annuncio e la tipologia di campagna. 

Tuttavia si stima che, in media, una PMI investa nelle campagne pubblicitarie GOOGLE una cifra annua che oscilla tra i 5mila e i 15mila euro. Il costo per Click o PPC, invece, oscilla tra 1 e 2 euro fino ad arrivare, in alcuni casi, anche a toccare i 50 euro. parliamo dei settori quali quelli finanziari, assicurativi e il mercato hardcore.

A questi costi vanno aggiunti quelli del consulente di marketing.

Conclusione

L’obiettivo di questo articolo è anzitutto fare chiarezza sul concetto di “Google Adwords Pubblicità” e fornire le prime linee guida utili per chi volesse, in autonomia, iniziare a pianificare campagne di advertising per la propria azienda. Tuttavia, il nostro suggerimento, per chi volesse iniziare ad operare in questo straordinario mondo, è quello di approfondire il tema attraverso manuali, dispense o corsi di formazione di digital marketing durante i quali questi argomenti vengono affrontati in modo molto approfondito.

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.